sabato 27 novembre 2010

RISOTTO AI CARCIOFI

BELLA ALCACIOFA 

Sarò ripetitiva ma per me inverno, culinariamente parlando, è sinonimo di risotto. 
Volevo pubblicare un post di una torta ma, visto la giornata quasi nevosa di oggi, mi ispirava di più proporvi questo bel primo piatto fumante da presentare nelle vostre tavole.
Il risotto, non c’è altro piatto  che mi faccia ricordare che è iniziato finalmente il freddo e poi sinceramente sono in piena fase di primi piatti, si vede eh?
Non ero convintissima di questo abbinamento, vado matta per i carciofi, ne mangerei all'infinito, bolliti, ripieni, saltati in padella oppure semplicemente in insalata.  Ma pensarli frullati nel risotto non mi era mai capitato di preparali.
Ho visto questa ricetta in un programma Tv che mi ha conquistato, c'è un però, avete presente i classici pregiudizi che si hanno di fronte ad un piatto del tipo no questo non mi piace, questo ingrediente, troppo laborioso, oppure secondo me risulta troppo dolce...
Ho voluto provare apportando, ovviamente, qualche mia personale modifica :-)
Il risultato? Oltre ad essere piacevolmente colorato di verdino, si tratta di un risotto particolarmente delicato, niente affatto pesante e molto appetitoso.      
Sono stata fortunata è piaciuto molto rivelando solamente a piatto finito gli ingredienti e la mia "particolare modifica"con una grattugiatina di ricotta salata in finale ne ha tratto ancor più giovamento.

 INGREDIENTI PER DUE PERSONE:

180 g di riso Carnaroli
1 scalogno
1/2 bicchiere di vino bianco secco
parmigiano stagionato 30 mesi Dop grattugiato
burro
Olio extravergine di oliva
sale 
pepe
Brodo vegetale
ricotta salta
4/5 carciofi
aglio
acqua

PROCEDIMENTO:
Prendere i carciofi e lavarli bene sotto l'acqua corrente in modo che perdano qualsiasi residuo di terra tra le foglie. Togliere le foglie più dure e metterli  nella pentola a pressione con abbondante acqua un filio di olio EVO ed uno spicchio d'aglio. Portare a cottura per circa 20 minuti da quando fischia.
A cottura ultimata, scolare i carciofi lasciare raffreddare leggermente e frullarli nel mini pimer con un po della sua acqua di cottura.
Mondate e tritate lo scalogno finemente, quindi fatelo rosolare in una casseruola insieme ad una noce di burro e appena un po’ di brodo vegetale caldo aggiunto all'acqua di cottura dei carciofi per circa 5 minuti. Unite il riso e fatelo tostare a fiamma alta per un paio di minuti, mescolando con un cucchiaio di legno per non farlo attaccare. Quando lo sentirete sfrigolare sfumate con il vino e lasciatelo evaporare, quindi portate a cottura aggiungendo un mestolo di brodo caldo per volta e mescolando di tanto in tanto. 
Qualche minuto prima che sia pronto aggiustate di sale ed aggiungete 3/4 della vellutata di carciofi precedente frullata. Mescolate con cura in maniera che si amalgami il tutto, aggiungete una noce di burro il parmigliano e mantecate all'onda, deve essere leggermente ma veramente leggermente acquoso..
Impiattate il tutto in un bel piatto di portata mettendo in cima la vellutata rimansta con una grattugiata di pepe nero e una abbondante grattugiata di ricotta salata.
Piatto finito, servitevi.


2 commenti:

  1. Mamma mia, vorrei provarlo ma la mia forchetta non entra nello schermo! Bellissima idea. Siccome stai gia' usando la pentola a pressione per preparare i carciofi, perche non usarla anche per fare il risotto?

    Ecco la mia ricetta, che non fallisce MAI!

    http://www.cucinarehip.it/2010/11/risotto-vero-cremoso-e-delizioso-in-7.html

    Buon Appetito!
    L
    cucinare hip!
    cucinare veloce, facile e moderno con l'ultimissima generazione di pentole a pressione

    RispondiElimina
  2. Il blog Farina, lievito e fantasia in collaborazione con Ballarini, ti invita a partecipare ad un contest a premi.
    Ai 3 vincitori saranno assegnati 3 fantastici prodotti Ballarini.
    Cosa aspetti? Dai libero sfogo alla fantasia e partecipa al contest.
    http://farinalievitoefantasia.blogspot.com/2010/11/contest-foodblogger-ai-fornelli-con.html

    RispondiElimina